giovedì 25 maggio 2017

Comunicato stampa

PER UNA IDEA DI EUROPA.
IL CONCETTO DI  “CITTADINANZA”
ALLA PROVA DELL’INTER-CULTURA

Le associazioni “Terra d’arte” “Associazione Italo-Croata di Roma” e “Cultura per l’Abruzzo”, insieme alla “LIDU” e alla “FUIS” presentano il convegno (a cura di Michele Bianchi, Svjetlana Lipanović e Mario Sammarone, rappresentanti delle tre associazioni):
21 giugno, ore 16:30 sala della Lega Italiana dei diritti dell’Uomo , Roma, Piazza d’Ara Coeli n. 12. Saluto del Prof. Antonio Stango (Presidente LIDU) e del Prof. Antonio Rossi (Presidente FUIS).
Discorso dell’Ambasciatore della Repubblica di Croazia in Italia Damir Grubiša, Cittadinanza europea e allargamento ad Est.
Lectiones magistrales: Franco Ferrarotti, L’Europa al bivio: unione monetaria o effettiva comunità politica? Ulteriori considerazioni (riflessioni dal libro: “L’Europa al bivio”, Edizioni Solfanelli 2013); Cosmo G. Sallustio Salvemini, “Ritorno alla democrazia autentica, quella ateniene”. Discorso sul “metodo-Pericle” (riflessioni dal libro: “La Repubblica va rifondata sulla random-crazia”, Edizioni Movimento Salvemini 2014).
Relazioni Svjetlana Lipanović, “L’importanza dell’Europa unita per i croati all’estero”; Anna Rossi, “L’Europa del dialogo”; Mario Sammarone, “Fare l’Europa tra progettualità e inter-cultura”.
Presentazione del Manifesto: Michele Bianchi, Stefano Valente et alii (Renato Bellinello, Giovanni Buonsanti, Silvia Carlei, Anna Danzi, Delfina Ducci, Dario dell’Aquila, Antonio Folichetti, Gloria Kassar, Ernesto G. Laura, Bruno Lanzalone, Silvia Lanzalone, Emiliano Yuri Paolini, Diego Petruzzi, Oscar Piattella, Laura Pogosyan, Stefano Ragni, Antonio Sagredo, Sandro Scorza, Hodan Tahir Yusuf, Turi Sottile, Caterina Zonno, Katerina Zoufalova), Letture del “Manifesto per una filosofia dell’inter-cultura”  

27maggio 2017

Comunicato stampa

Celebrazione del VENTENNALE
Associazione culturale Caffè dell’Artista di Salerno
Patrocinio del Comune di Salerno
Giovedì 8 giugno (ore 16,15)
Salone dei Marmi - Palazzo di Città

Convegno sull’importanza delle Associazioni culturali, oggi.

Saluto augurale dell’On. Arch. Vincenzo Napoli (Sindaco di Salerno). Presiede la Prof.ssa Eva Avossa (vice Sindaco).
Modera la Prof.ssa Florinda Battiloro (Presidente “Il Caffè dell’Artista”).
Interventi: On. Dott. Alfonso Andria Presidente Centro Europeo Beni Culturali – Ravello - On. Dott. Guido Milanese (Consigliere politico del Ministro della Sanità, Resp. terzo settore No profit); Sen. Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini (Vice Governatore dell’Unione Mondiale degli Stati, Direttore “L’Attualità” e Scuola di Giornalismo).
Parteciperanno i Presidenti di altre Associazioni  e Dirigenti del Caffè dell’Artista.
La Cittadinanza è invitata a partecipare.     

 26 maggio 2017

Comunicato stampa

CONFERENZA  A  CAMPAGNA

Mercoledì 31 maggio, presso l’Istituto di Formazione Superiore “Teresa Confalonieri”, largo Giulio Cesare Capaccio 5, Campagna (Salerno) è stato presentato il libro di Giovanni Nigro “Gaetano Salvemini. Scuola, Politica. Storiografia e Federalismo” (Edizioni Paguro).
La manifestazione, organizzata dal Dirigente scolastico Prof.ssa Rossella De Luca ha coinvolto tutti gli studenti del predetto Istituto.
I relatori sono stati: Sen. Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini (Vice Governatore dell’Unione degli Stati), Prof. Florinda Battiloro (Ambasciatrice dell’Unione Mondiale degli Stati), Dott. Giovanni Nigro (Autore del libro).  

25 maggio 2017

Comunicato stampa

CONFERENZA A FIRENZE

Venerdì 26 maggio, presso la Libreria Salvemini, piazza Gaetano Salvenini, Firenze, con ampia partecipazione di autorevoli personalità della Cultura e dell’Arte, ha avuto luogo la presentazione del libro di Cosmo G. Sallustio Salvemini “Diritti umani violati”.                                        

 24 maggio 2017

domenica 21 maggio 2017

Comunicato stampa

Il 26 maggio, ore 17,00, presso la libreria Salvemini, piazza Salvemini, Firenze, verrà presentato il libro di Cosmo G. Sallustio Salvemini "Diritti Umani Violati". Relazione della Prof. Florinda Battiloro, Presidente del Caffè dell'Artista di Salerno e Ambasciatrice dell'Unione Mondiale degli Stati. Ingresso libero.
21 maggio 2017

Comunicato stampa

Mercoledì 31 maggio, alle ore 10,30, presso l'Istituto di Formazione Superiore "Teresa Confalonieri", Largo Giulio Cesare Capaccio 5, Campagna (Salerno) verrà presentato il libro di Giovanni Nigro "Gaetano Salvemini". Scuola, politica, storiografia e federalismo (edizioni Paguro).
La manifestazione, organizzata dal Dirigente Scolastico Prof.ssa Raffaella De Luca, coinvolgerà tutti gli studenti del predetto Istituto.
I relatori saranno:
Sen. Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini (Vice Governatore dell'Unione Mondiale degli Stati),
Sen. Prof.ssa Florinda Battiloro (Ambasciatrice dell'Unione Mondiale degli Stati),
Dott. Giovanni Nigro (Autore del libro)
18 maggio 2017


Comunicato stampa

        PRESENTATO CON SUCCESSO IL LIBRO DI GIOVANNI NIGRO SU GAETANO SALVEMINI
Nella gremitissima sala-conferenze del San Severino Park Hotel, nei pressi di Salerno, il 12 maggio u. s., è stato presentato il libro di Giovanni Nigro “Gaetano Salvemini, Scuola, Politica, Storiografia e Federalismo”, Edizioni Paguro. L’importante evento culturale è stato organizzato con il Patrocinio dell’Università degli Studi di Salerno. Hanno partecipato il Prof. Aurelio Tommasetti (Magnifico Rettore), il Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini (Direttore “L’Attualità” e Presidente del Movimento G. Salvemini), l’On. Giuseppe Gargani, il Dott. Marcello Sorgi (editorialista e scrittore), la Prof. Vitulia Ivone (UniSa), il Prof. Gabriele Aversano (UniSa), il Dott. Michele Citro (Editore) il Dott. Giovanni Nigro (Autore del libro).
Nel corso del convegno, dopo la proiezione di un documentario Rai sulla vita e sulle opere di Gaetano Salvemini, i relatori hanno illustrato l’instancabile impegno profuso dallo storico e politico molfettese in un arco temporale di oltre sessant’anni, fino al giorno della sua scomparsa (6 settembre 1957) a Sorrento. Sono stati citati i suoi scritti sulla Scuola, le sue iniziative per fondare il primo Sindacato Insegnanti Scuole Medie, le celebri polemiche con il filosofo Giovanni Gentile sulla laicità della Cultura e con lo scrittore inglese George Bernard Shaw  sulla vera natura della dittatura fascista, il tormentato rapporto con il Partito Socialista, il progetto federalista ispirato a Carlo Cattaneo (nettamente diverso da quello successivamente proposto dai leghisti della fantomatica Padania), le taglienti accuse all’allora capo del governo Giovanni Giolitti (definito “Il ministro della malavita” in un libro del 1910), il soggiorno parigino, londinese e poi americano dal 1934, anno in cui gli venne conferita la cattedra di Storia della Civiltà Italiana presso l’Università di Harvard (Boston, Massachussets).
Sono state illustrate le ragioni per le quali Salvemini era considerato il più autorevole anti-fascista italiano nel mondo. La sua visione storiografica è una perfetta sintesi tra metodo filologico-erudito e vigorosa analisi dei rapporti tra le classi sociali. E’ stato evidenziato il suo impegno moralizzatore anche nell’Italia del secondo dopoguerra. Particolarmente interessante è stata la testimonianza offerta dal pronipote Cosmo G. Sallustio Salvemini in riferimento a quanto dichiarato dal prozio Gaetano negli ultimi giorni di giugno 1957 nella Villa La Rufola  a Capo di Sorrento: “…tutti i meccanismi elettorali sperimentati fino ad oggi sono falliti per tre ragioni: la necessità di raccattare voti anche quelli forniti dalle cosche malavitose, la ricerca di risorse finanziarie presso potenti lobby che agiscono illegalmente, il clima antieducativo di risse velenose ed insulti reciproci tra i leaders politici… La soluzione alla grave crisi istituzionale di oggi va ricercata nella Storia dell’antica Grecia, dove nacque la vera democrazia, attuata da Solone, Efialte, Clistene e poi perfezionata da Pericle…Per quasi un secolo e mezzo i legislatori furono designati mediante sorteggio nell’ambito di cittadini professionalmente capaci e moralmente irreprensibili, che restavano in carica per un limitato periodo di tempo per evitare che la prolungata permanenza al potere li inducesse a corrompersi…Se avessi vent’anni di meno proporrei ai politici di quest’Italia scombinata di attuare una riforma elettorale ispirata al metodo Pericle, unica via di uscita dalla melma in cui stiamo affogando…”.

 A distanza di sessant’anni le sferzanti osservazioni di Salvemini sono più attuali che mai. I galantuomini di ogni area politica dovrebbero farsi promotori di una riforma istituzionale auspicata, due mesi prima della scomparsa, da un Uomo incorruttibile.
15 maggio 2017

Comunicato stampa

L’Associazione Millennium Network, presieduta dal sen. prof. Giustino Setteducati (Consigliere diplomatico dell’Unione Mondiale degli Stati), con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della città di Rionero in Vulture (Potenza), del Periodico “L’Attualità” e dell’Unione Italiana Associazioni Culturali ha organizzato presso il Palazzo “Giustino Fortunato” di Rionero, il 6 maggio 2017, il convegno sul tema “La Questione Meridionale e Diritti Umani Violati”.
Dopo il saluto augurale della presidente del Consiglio comunale, ampie e documentate relazioni sono state svolte dal prof. Lucio Attorre (Docente di Storia contemporanea UNIBAS), dal sen. avv. Leonzio Borea (penalista e criminologo), dal prof. Juan Carlos Gallici (sociologo) e dal sen. prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini (Presidente del Movimento G. Salvemini e Vice Governatore dell’Unione Mondiale degli Stati). Il  convegno-dibattito è stato coordinato dal prof. Giustino Setteducati. I relatori hanno illustrato le cause storiche e politiche della Questione Meridionale dall’Unità d’Italia ai nostri giorni mettendo in evidenza i problemi sociali ed economici tuttora irrisolti, con particolare riferimento alla Questione Morale.
Hanno, inoltre, sottolineato l’urgente necessità per il Governo ed il Parlamento di porre i predetti problemi  al primo posto dell’agenda politica nazionale. Hanno affermato che l’alleggerimento del carico fiscale e l’eliminazione della malavita organizzata potrebbero dare avvìo allo sviluppo economico, incoraggiando gli investimenti di capitali (italiani e stranieri) finalizzati alla creazione di nuovi posti di lavoro. La piaga sociale della disoccupazione (soprattutto giovanile) alimenta il reclutamento di adepti da parte delle numerose cosche mafiose tuttora operanti in quasi tutto il territorio meridionale. I boss di queste cosche sono molto abili nell’organizzare il voto di scambio, nel truccare gli appalti di opere pubbliche, nell’infiltrarsi nei posti-chiave delle Istituzioni locali e nazionali e nel violare i più elementari diritti umani. Uno degli esempi più evidenti di tali violazioni consiste nel fenomeno del caporalato che, purtroppo, continua a sfruttare il lavoro di migliaia di “nuovi schiavi”.
Particolarmente interessante è stata la proposta avanzata dal prof. Salvemini ai rappresentanti di tutte le forze politiche di modificare l’attuale fallimentare sistema di rappresentanza popolare (fondato sull’estenuante caccia ai voti, spesso sporchi) e di introdurre (adattato ai tempi moderni) il modello autenticamente democratico vigente nell’antica Atene, perfezionato da Pericle nel 461 a. C.  E’ questa – ha affermato Salvemini – l’unica strada legislativa da percorrere per uscire dalla palude istituzionale in cui oggi si trova l’Italia. Il “metodo Pericle” è stato recentemente denominato Randomcrazia (assegnazione delle cariche istituzionali mediante sorteggio tra cittadini professionalmente qualificati e moralmente irreprensibili) dai docenti della Stanford University di California.
Il numeroso e qualificato pubblico presente al convegno ha auspicato che le lucide analisi fatte dai relatori e la proposta di riforma del sistema di selezione dei legislatori, locali e nazionali, illustrata dal prof. Salvemini vengano prese in attenta considerazione dagli esponenti di tutte le forze politiche, se vogliono realmente avviare a soluzione la Questione Meridionale e la Questione Morale. Oggi più che mai l’appello lanciato dal binomio Fortunato-Salvemini, che un secolo fa restò “vox clamantis in deserto” per l’ottusità dei politici di allora, deve essere riproposto alla riflessione dell’opinione pubblica e dei rappresentanti  in Parlamento per purificare l’Italia dalla corruzione morale che ha lacerato il tessuto sociale.

8 maggio 2017                     

Comunicato stampa

Il Movimento Salvemini, come preannunciato il 29 marzo 2017 in occasione del convegno celebrativo del 26° anniversario del Periodico “L’Attualità” presso la sala-conferenze della L.I.D.U. in Roma,  pubblica qui di seguito la Petizione in data 25 aprile 2017, inviata ai Presidenti delle Camere in plico raccomandato con ricevuta di ritorno in data 27 aprile 2017.
 In calce è riportato il modulo da compilare e inviare via e-mail per nuove eventuali adesioni al Comitato Nazionale per la Random-crazia.

29 aprile 2017                         Il Consiglio Direttivo del Movimento



Comunicato stampa

                              INVITO  AGLI  ARTISTI  E  AGLI  OPINIONISTI
Per celebrare il 55° anniversario del Movimento Gaetano Salvemini (16 ottobre 2017) sarà pubblicato il libro di Cosmo G. Sallustio Salvemini “Non Mollare!”.
Come avvenuto per le precedenti pubblicazioni, gli Artisti e gli Opinionisti del periodico “L’Attualità” e dell’Unione Italiana Associazioni Culturali (UN.I.A.C.) sono invitati a prenotare una o più pagine del libro predetto entro il 30 giugno (e-mail: lattualita@yahoo.it   oppure chiamando il cell. 3470333846).

16 aprile 2017                                Il Consiglio Direttivo del Movimento